Progetti

Progetto SNA: la Public Value Governance della Mobilità Sostenibile

2021

Partner: Scuola Nazionale dell'Amminstrazione (SNA)

La filiera della Mobilità Sostenibile

La Mobilità Sostenibile rappresenta una delle fondamentali leve per il miglioramento del benessere dei cittadini nella prospettiva dello sviluppo sostenibile, anche nella prospettiva del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Nell’ottica della Pubblica Amministrazione, l’introduzione dei Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile (PUMS) ha rappresentato una concreta evoluzione nella pianificazione della Mobilità Sostenibile per gli Enti Locali, in quanto rappresenta un documento di co-programmazione di tale policy. Le prime esperienze realizzative dei PUMS hanno fatto emergere alcune criticità, come l’esistenza di troppi strumenti di pianificazione della mobilità nei diversi livelli di governo (ad es. ministeriale, regionale, comunale), le inadeguate modalità di coinvolgimento dei cittadini nella fase esecutiva dei PUMS e la necessità di monitorare gli effetti di tali politiche, selezionando indicatori che permettano anche un appropriato confronto tra diversi Enti Locali. Si evidenzia, dunque, una rilevante criticità nella governance della filiera della Mobilità Sostenibile, dove per filiera si intende l’insieme degli attori che dovrebbero collaborare, lungo un medesimo ciclo della performance, per la realizzazione di una missione istituzionale complementare (Mobilità Sostenibile) e al miglioramento di obiettivi comuni di benessere e sviluppo sostenibile (come, ad esempio, la riduzione delle emissioni inquinanti, misurabile tramite i BES e gli SDGs).

Il modello di Public Vilire (Collaborative) Governance

Per superare le criticità sopra evidenziate, permettendo agli Enti di collaborare sinergicamente nell’ottica del Benessere Equo e dello Sviluppo Sostenibile, è possibile applicare un innovativo modello di Public Value Governance (PVG). Tale modello si basa su quattro pilastri: 1. Commitment Politico 2. Management con competenze trasversali 3. Partecipazione di cittadini, stakeholders e contributors 4. Integrazione tra performance e gestione dei rischi per la creazione e protezione di Valore Pubblico. La costruzione di tale modello passa attraverso l’identificazione degli attori della filiera (Ministeri, regioni, enti locali, aziende e agenzie, cittadini) e dei compiti da essi svolti (Pianificazione, Finanziamento, etc..) all’interno delle fasi del ciclo della performance.

Condizioni abilitanti per il successo del modello, in termini di Valore Pubblico generato, sono quelle che riguardano la Salute delle risorse, ed in particolare la salute digitale e la salute organizzativa, che aumentano la “solidità” dei pilastri sopra descritti.

Nell’ambito di una filiera, considerando quindi le modalità di collaborazione interistituzionale tra più PA ma anche la partecipazione di contributors, cittadini, utenti e stakeholder, il modello di Public Value Governance prende il nome di Public Value Collaborative Governance (PVGC).

La ricerca ha permesso di individuare le modalità di applicazione del modello di PVCG nella filiera della Mobilità Sostenibile, comprendente i Ministeri delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (MIMS, ex MIT), della transizione ecologica (MITE, ex MATTM) e dello Sviluppo Economico (MISE). A Livello regionale e locale ci si concentra sulle esperienze d’eccellenza della Regione Emilia-Romagna e dei comuni con popolazione superiore ai 50.000 abitanti che abbiano approvato o adottato il PUMS. Dopo aver verificato l’applicabilità del modello di PVG al caso in esame, si propone un innovativo documento di pianificazione digitalizzato di filiera per la co-programmazione tra le PA dei diversi livelli di governo.

I principali risultati della ricerca

Tra le diverse metodologie utilizzate nella ricerca, al fine di indagare l’utilità percepita del modello proposto è stata somministrata una survey di ricerca ai principali attori della filiera della Mobilità Sostenibile, ossia politici, amministratori, dirigenti, valutatori, esperti sui PUMS, altre figure chiave quali i Mobility Manager e i Responsabili della transizione digitale (RTD). Il numero di rispondenti finale è pari a 41.

Per quanto riguarda lo stato dell’arte della filiera della Mobilità Sostenibile, emerge la mancanza di un modello di governance di filiera riconosciuto e strutturato. Si evidenzia, inoltre, una percezione di inadeguatezza e un’insufficiente integrazione tra gli attuali strumenti di programmazione (ma anche di misurazione, valutazione e rendicontazione), soprattutto in una logica di filiera a supporto della creazione di Valore Pubblico. Tali evidenze sono supportate anche dall’analisi testuale dei PUMS.

In sostanza, si registra un evidente e distribuito gap percepito di misurazione e valutazione delle performance, trasversale a tutte le dimensioni suggerite dal Dipartimento della Funzione Pubblica (salute delle risorse, efficienza, efficacia, impatto).

Con forza, emerge l’utilità percepita del modello di Public Value Collaborative Governance proposto, sia per quanto riguarda i pilastri costitutivi del modello, sia per quanto riguarda le condizioni abilitati che garantirebbero la solidità del modello stesso.

Per colmare i suddetti gap e supportare la governance di filiera, i ricercatori hanno proposto tre possibili declinazioni del modello di Public Value Governance e uno strumento (piano digitalizzato) per la programmazione e rendicontazione del Valore Pubblico. Tali prodotti, insieme al Rapporto di ricerca, rappresentano l’output del progetto.

La ricerca, finanziata dalla SNA (Scuola Nazionale dell’Amministrazione) e coordinata dal Prof. Enrico DEIDDA GAGLIARDO, ha visto il coinvolgimento di ricercatori del CERVAP (Enrico Bracci, Giovanni Masino, Domenico Berdicchia, Luca Papi, Giorgia Gobbo, Mouhcine Tallaki, Riccardo Ievoli, Marco Tuffanelli, Francesca Fini) dell’Università degli Studi di Ferrara, (Andrea Baruzzo, Andrea Vendrame) dell’Università degli Studi di Udine (Paolo Coppola), del CNR (Gianpiero Ruggiero) e dell’ISTAT (Fabio Bacchini).

Valore Pubblico, Benessere e Sviluppo Sostenibile, Governance,

This site is registered on wpml.org as a development site.